Thierry du Bois

Nato a Gand nel 1984, Thierry du Bois si è laureato in comunicazione visiva presso ERG, una scuola di design grafico a Bruxelles. Con il supporto di Reporters, si è affermato come fotografo freelance e ha iniziato a lavorare per diversi giornali belgi: Le Soir, L’Echo, De Tijd … Thierry lavora anche per varie società tra cui GDF Suez, Samsung, AB InBev e altri . Nel tempo, è specializzato in fotografia aziendale e politica. Ha anche affrontato diversi eventi socioeconomici come grandi scioperi e manifestazioni, la crisi del governo belga di 541 giorni e altre crisi umanitarie (in collaborazione con l’esercito belga e Medici del mondo).
Dopo essersi innamorato di una canadese, Thierry si trasferisce a Montreal e continua la sua carriera come fotografo con agenzie e compagnie locali.
Oltre al suo lavoro, Thierry sviluppa progetti artistici personali. Nel 2016, vince la menzione d’onore della MIFA: Moscow International Foto Awards per il suo progetto Y. Questo progetto viene poi esposto alla Nuit Blanche de Montréal e pubblicato da iGNANT. Un altro progetto: #A_Dieu_Soleil è anche selezionato per l’evento Timeraiser150 nel 2017 a Montreal.
Nel suo approccio artistico, Thierry cerca di mostrare i limiti dell’essere umano e il suo impatto sull’ambiente. Questo processo è principalmente influenzato dal suo desiderio insaziabile di comprendere l’origine della creazione, la trasformazione materiale e l’essere umano di per sé.

Approccio Artistico

Al centro dei suoi progetti, Thierry du Bois cerca di stabilire una rassomiglianza formale universale, mescolando fotografia e documentario. Crea prossimità, collegamenti tra elementi opposti a prima vista mentre li affrontano nello stesso contesto. Con questa nuova identità di circostanza, crea una realtà alternativa.

A causa dell’assenza di scala e mescolando il vivere con l’artificiale, spinge lo spettatore a indagare sulle origini degli oggetti. Questo processo ha lo scopo di stimolare la riflessione sull’evoluzione dei materiali e sulla loro trasformazione.

Invita tutti a considerare l’impatto della produzione umana e delle nuove tecnologie sull’ambiente. La natura ha ancora tempo per assimilare la iperproduttività? Chi sopravviverà, Terra o Uomo?

PUBLICATIONI/ESPOSIZIONI

Mai 2017 Exposition lors de l’évènement Timeraisier150 de Montréal
Janvier 2017 Publication dans Ignant d’un article sur le Projet Y
Juin 2016 Mention honorable au prix MIFA de Moscou pour Projet Y
Février 2016 Exposition durant la nuit blanche de Montréal à l’hotel le Germain
Juillet-Sept 2010 Exposition à la gallerie Art Base de Bruxelles